Home Libro Canzoni Ascolto canzoni d'amore Altre canzoni Chitarra battente
Tradizioni religiose Aggiornamenti Etimologie Fotoparole Filastrocche L'autore del sito
Disegni Paesaggi   L'@rtesino   Libro Proverbi
PROVERBI CALABRESI DALLA A ALLA ZETA

LETTERA E

E' bona a tila meja? Scatta e crepa chin'a tessa.

E' buona la mia tela? Schiatti e crepi chi la tesse.

 

E ccà va l'acqua e ccà lassila jiri.

Di qua va l'acqua di qua lasciala andare.

 

E chiru chi maniji feti.

Di quel che maneggi puzzi.

 

E' dari cchju cuntu aru munnu ca a Diju.

Devi rendere più conto al mondo cha a Dio.

 

E' de patiri u giustu ppè'r'u peccaturu.

Deve patire il giusto per il peccatore.

 

E ddruvu cacci e nun minti para'r'u culacchju.

Da dove togli e non metti si vede il fondo.

 

E jovu ti nchjovi.

Di giovedì t'inchiodi.

 

E l'omu e pinna guardatinni.

Dell'uomo che usa la penna guardatene.

 

È latru chini arrobba e chini teni'r'u saccu.

È ladro chi ruba e chi tiene il sacco.

 

E luntanu t'amu e vicinu ti tiru i stentini.

Da lontano t'amo, da vicino ti sbudello.

 

E mariti mi'n'ni fazzu ma e frati comu fazzu.

Di mariti me ne procuro ma di fratelli come faccio.

 

È megghju centu amici e no centu ducati.

Meglio cento amici che cento ducati.

 

È megghju essiri capu e no cuda.

Meglio essere capo che coda.

 

È megghju essiri cecatu ccù n'occhju e no ccù duji.

È meglio essere cieco da un occhio che da due.

 

È penzeru e marzu a fari a niva.

È preoccupazione di marzo far la neve.

 

È sempi poviri chini un s'accuntenta mai.

È sempre povero chi non s'accontenta mai.

 

E spina nascia rosa e de rosa nascia spina.

Da spina nasce rosa e da rosa nasce spina.

 

È votatu u ponentu: porta panu e simenta.

Si è levato il vento di ponente: porta pane e semenza.

 

Errami voji spaturnati majisi.

Buoi vaganti maggesi a soqquadro.

 

 

 

torna all'indice